fbpx

IN CAMERA OSCURA: "MUSICA E FILOSOFIA!"

rullino fotografico

Pezzo consigliato per la lettura: (e che ve lo dico a fare) “DARK NECESSITIES” Red Hot Chili Peppers.

 

CAPITOLO 1 – SVILUPPO DEL NEGATIVO

 

Che ci faccio qui? Sto sviluppando un rullino di Kodak Tri-X in bianco e nero di quelli come una volta ….anche se a dire il vero tendo di più al digitale.

Come? E roba da fissati come e gente simile? ah!? quindi voi non fate più l’amore come una volta e come lo fate? Voi non mangiate più un panino con la mortadella come una volta, e che ve magnate?… insomma e bello fare le cose con le mani, ormai passiamo ore al giorno a sfiorare displayer (furbo gioco di parole ☺) manco fossero belle donne, ma questa è un altra storia.

Volevo parlare di una cosa importante in camera oscura (che poi nel mio caso e un garage oscuro) cioè la musica, si perché mentre agiti la tank è importante andare a tempo con i bpm, non avrà effetti sul negativo (o forse si) ma vuoi mettere la differenza di stile:

molleggiare con la tank su “peace frog” dei Doors, oppure ancora prenderla a pugni su “Fight the power” dei Public Enemy attenzione però se avete tank ultra venntennali la plastica cotta potrebbe esplodere, forse a qualcuno e già capitato…?!?!?

Rilassarsi tra il 5° e il 7° minuto con “where is my mind” dei Pixies, su un TRI-X 400 + rodinal diluito 1+50 ci sta bene anche “November Rain”“…do you nide some time…on your own…on your own…” infondo servono 13/14 minuti.

Serve crearsi una playlist oppure schiaffare il player in random, io mischio le due cose cioè faccio pescare random da una lista piu vasta ma già scremata.

Il momento in cui si infila la pellicola nella spirale e il più delicato servirebbe musica tranquilla, può andar bene “por una cabeza” di Carlos Gardel!

 

CAPITOLO 2 – STAMPA

Beh qui e una festa servono ritmi più tranquilli per focheggiare con l’ingranditore e pure per le bacinelle l’andazzo giusto e un jazz oppure del buon reggae, c’è una ragazza che fà cover reggae molto belle ma non ricordo il nome.

quando appare l’immagine parte “l’amor toujour” di Gigi d’Agostisno è inevitabile…”one do trua parari comsi comsa, uan ciu fri parari te plais to be…!

naturalmente dovrete avere una buona birra io di solito gioco in casa con moretti rossa e bionda, si! le mischio sarà l’abitudine di preparare i chimici…!?!?

Ragionavo dopo aver visto Il giro del mondo in 80 giorni (quello vero del 56′), in una delle prime scene Fogg dice:”…in futuro sarà possibile fare il giro del mondo in 80 ore…” ecco è quello che è successo ora facciamo il giro del mondo in 80 ore, ma vuoi mettere il gusto di farlo con calma?

Cosa vedi in 80 ore? Mi sa che si è divertito di più Fogg!!

Spugnettiamo foto alla velocità della luce ma ci stiamo mangiando la coda…(preferivo il panino con la mortadella).

Non dico che dovreste avere una camera oscura, però dovreste riflettere e usare i mezzi tecnologici con più calma e sfruttare i vantaggi delle tecnologie unite ad una filosofia analogica.

Questo post goliardico non vuole offendere i nativi digitali , nativi analogici, e quelli a cui non piace la birra rossa.

Ciao!

ingranditore fotografico
Chiudi il menu